Terremoto ad Haiti

Pubblicato giorno 20 agosto 2021 - Diario Missionario, Haiti, In home page, in primo piano

PHOTO-2021-08-16-03-54-06
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Carissimi amici, carissime amiche,

come già sapete la terra ad Haiti ha tremato ancora, i nostri missionari impegnati là stanno bene, ma poco lontano le scosse sismiche hanno di nuovo  lasciato paesaggi caratterizzati da abitazioni distrutte, scuole e chiese crollate, animi scossi e increduli per l’ennesima sciagura che ha colpito questo paese, già più volte martoriato.

A noi spetta il compito di reagire con la preghiera e l’azione concreta verso questa gente perché non si lasci prendere dalla disperazione e sperimenti che Dio che non abbandona gli ultimi e i poveri.

Sotto trovate la dichiarazione del nostro Vescovo Valerio e qualche foto che riflette la situazione attuale. Contiamo come sempre anche su di voi!

 

DICHIARAZIONE DEL VESCOVO VALERIO

La travagliata terra di Haiti ha tremato ancora! Questa volta, a essere colpita è stata soprattutto la zona in cui noi, come diocesi di Lugano, siamo presenti dal 2017 con un progetto per favorire il miglioramento dell’educazione nelle scuole. La diocesi nostra sorella di Anse à Veau-Miragoâne, nel Nippes, sabato mattina è stata scossa fortemente. Ho sentito i nostri missionari laggiù e stanno bene e possono adesso dedicarsi a conoscere i reali danni e le necessità più urgenti. Il progetto diocesano di collaborazione missionaria continua secondo il piano previsto. I media ci informano che i morti del terremoto sono circa 2000, i feriti diverse migliaia e le costruzioni distrutte decine di migliaia. Di fronte a questa nuova tragedia per le nostre sorelle e i nostri fratelli haitiani non possiamo rimanere insensibili. Facciamo giungere a tutti loro il nostro affetto e la partecipazione al dolore di chi ha perso familiari, colleghi e amici, casa, scuola, chiesa. La condivisione non può fermarsi ai sentimenti, pur nobili, ma deve sfociare in gesti concreti di carità e di fratellanza. Per questo invito ognuno ad aprire una volta di più il proprio cuore per ridare speranza a un popolo troppo spesso colpito da eventi tragici. Incoraggio singoli e comunità a un gesto solidale, per dare, come Chiesa che è a Lugano, un segno corrispondente alla speranza che annunciamo e che vogliamo sostenere in tutti. “Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia” (2 Cor 9,7). Camminare insieme a volte è difficile, ma insieme possiamo andare lontano: non lasciamo soli questi fratelli e queste sorelle, con i quali abbiamo scelto di vivere un tratto di cammino! Le offerte vanno indirizzate alla Conferenza Missionaria della Svizzera Italiana (CMSI) conto postale 69-868-6 (IBAN CH21 0900 0000 6900 0868 6) con la causale terremoto Haiti. Eventuali raccolte parrocchiali non dovranno sovrapporsi a collette già previste dal calendario. So per esperienza che il cuore della nostra gente è grande: per questo confido nella generosità di tutti voi. Grazie a nome di chi aiuterete! Vi assicuro che la Conferenza Missionaria, sentito il mio parere e in accordo con la Chiesa locale e i nostri missionari, valuterà il modo migliore per gestire le offerte raccolte.

 

PHOTO-2021-08-17-07-31-27 12 PHOTO-2021-08-17-07-31-27 9 PHOTO-2021-08-17-07-31-27 6 PHOTO-2021-08-17-07-31-27 2PHOTO-2021-08-16-03-54-06 7 PHOTO-2021-08-14-20-35-23 7 PHOTO-2021-08-14-20-35-23 2

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)