Azione natalizia

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Per un Natale cristiano

A Natale facciamo festa e ci scambiamo regali. Perché? È un segno di amore tra fratelli che vuol ricordare il grande amore del Padre, che volendo bene all’Uomo, manda in dono suo figlio all’umanità. Il dono non va demonizzato, ma apprezzato. Far festa fa bene al corpo e allo spirito, mantiene in salute. Ma non deve essere vissuta nell’eccesso. Come cristiani ci rendiamo conto che attorno a noi tanti (troppi!) vivono situazioni di difficoltà, di disagio, di emarginazione. L’impegno dei molti (ma sempre troppo pochi) missionari sparsi nel mondo è di annunciare quel Gesù venuto nel mondo per dare vita a tutti e vita in abbondanza.

Con l’azione natalizia, nata negli anni ’80, la conferenza missionaria, dà uno stimolo a riflettere su chi vive in situazione di povertà o miseria e dà l’occasione per condividere con loro una parte dei beni che noi possediamo. La festa sarà allora ancora più sentita e concreta, nella gioia.

L’azione natalizia, lanciata ogni anno ad inizio avvento e terminata a fine gennaio, si rivolge a chi durante il tempo si è fatto conoscere dalla conferenza missionaria per generosità, ma anche a chi non è conosciuto.

Con l’azione natalizia il regalo possibile è un’offerta in favore dei missionari della Svizzera italiana, di cui viene tenuto un elenco aggiornato visibile anche sul sito.

Quanto è inviato è molto apprezzato dai missionari e serve ad attendere i tanti nel bisogno che vivono nelle comunità loro affidate.

Risultati immagini per regalo

Condividi su:   Facebook Twitter Google