Azione natalizia – Marie-Lise Devrel dal Libano

Pubblicato giorno 10 dicembre 2021 - Diario Missionario, In home page, in primo piano, Libano, Senza categoria

IMG_4728
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Beirut, 8 dicembre 2021. In questo giorno abbiamo avuto un contatto telefonico con Marie-Lise Devrel, la focolarina che da tempo ormai è impegnata a Beirut su diversi fronti per portare un po’ di speranza. Ci confida che gli aiuti sono diminuiti, soprattutto quelli interni, a causa della grande crisi socioeconomica che ha colpito la nazione. Le necessità, però rimangono grandi. Per farci capire ci ha informato che dei 2.000.000 di lire libanesi, che rappresenta uno stipendio minimo in quel luogo, 800.000 devono essere spesi per la benzina, se ci si vuole spostare. Spesso Marie-Lise si chiede come le gente possa, viste le circostanze, riuscire ad acquistare beni di prima necessità.

Il più grande bisogno attualmente presente, ammesso che si possa parlare del più impellente visto che ormai la situazione è tale per cui tutto sta diventando emergenza, è quello di avere la possibilità di riscaldare le case. Fa molto freddo, molte famiglie si sono spostate sopra Beirut, dove si raggiungono molto presto i 600 metri, per riuscire a pagare meno di affitto.

Il quadro politico e, soprattutto economico, non favorisce la vita della gente. Il Libano è bloccato verso l’estero a causa delle interruzioni delle relazioni commerciali da parte dell’Arabia Saudita, da sempre il partner più significativo. Il potere di acquisto della moneta è caduto clamorosamente, si spera nel turismo, ma il COVID non aiuta di certo. La gente però non molla: dimostra un grande coraggio, anche se molto stanca, i giovani aiutano come possono molte organizzazioni non governative.

Abbiamo chiesto a Marie-Lise come sta: ci risponde che parla molto per elaborare la miseria che incontra ogni giorno e che non la lascia certo indifferente. Ma in tutto questo Dio c’è: ce lo dice con forza d’animo, con una fede certa e con la gioia di chi ha sperimentato la Provvidenza, per cui tacere è impossibile. Non può dimenticare i poveri che condividono, i libanesi all’estero che non tardano nel far avere il loro supporto e il loro aiuto materiale e tutta quella gente, come quella del “suo” Ticino, che risponde sempre “Eccoci”. Il Regno di Dio emerge anche nella tenebra più densa. Una grande testimonianza di docilità allo Spirito, che coinvolge non solo la nostra Marie-Lise, ma tutto il popolo libanese. Grazie.

consegna pacco IMG_20210215_144201
Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)