Azione Natalizia – don Angelo Treccani dal Venezuela

Pubblicato giorno 15 dicembre 2021 - Diario Missionario, In home page, in primo piano, Senza categoria, Venezuela

don-Angelo-celebra-nella-cappella-della-Casa-di-accoglienza
Condividi su:   Facebook Twitter Google

14.12.2021: dal nostro ufficio di Lugano abbiamo preso contatto con un baluardo della CMSI: don Angelo Treccani.

Ogni volta che gli si chiede di raccontare qualcosa sulla situazione politica, economica e sociale del Venezuela, si trova in difficoltà perché il quadro è così assurdo che non sa come spiegarlo a chi non lo vive.

Avendo capito questo, facciamo un passo indietro e gli lasciamo carta bianca. «Quello che più mi meraviglia», ci racconta, «è il modo come il popolo venezuelano affronta questa realtà. La gente non se la prende più di tanto, ha adottato una filosofia di vita che non giudico totalmente errata. Qualunque sia la realtà in cui ci si trova, non serve arrabbiarsi». E rincara: «Vi immaginate cosa succederebbe in Svizzera se per fare 30 litri di benzina si dovessero fare ore e perfino giorni di coda? O se alla fine del mese ti dessero 3 dollari di stipendio? E cosa succederebbe se tutti i giorni (neanche uno sì e uno no) venisse a mancare la luce, se le strade fossero piene di buche? Questa pazienza e tranquillità che albergano nel cuore dei Venezuelani, persino nelle situazioni più difficoltose, ci spiega don Angelo, dipende molto dalla loro certezza che tutto succede perché Dio lo permette per ragioni che solo lui conosce. In tutto questo però non ci abbandona. Don Angelo fa notare che fino a pochi anni fa il Venezuela era il Paese economicamente al primo posto in America Latina. È una fede naturale ma molto profonda.

Siamo vicini al Natale e speriamo che Gesù porti un bel regalo al popolo venezuelano, perché «Dios aprieta pero no ahorca»”. «Dio stringe ma non soffoca». Un detto, questo, che forse possiamo fare un po’ nostro.

1eaf4315-265e-4cbc-b715-1c6ab231b320 25ceba59-5d22-4985-95cd-8e51621cd03d db7eeab9-ef6c-441e-ad3f-a34b53d2d499

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)