Una scuola che dona dignità

Pubblicato giorno 5 Luglio 2022 - Diario Missionario, In home page, in primo piano

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Cari amici e care amiche,
la CMSI si è spinta ancora una volta oltre Europa, raggiungendo un angolo dell’Uganda, per la precisione Aboke. Qui due suore comboniane coriacee, Angelina e Tsegereda, gestiscono una scuola che ospita 370 allieve. Si tratta di ragazze che provengono da regioni agricole povere e che, come sempre, non si possono permettere di pagare l’istruzione. È una scuola di stampo cattolico, ma qui è benvenuto chiunque, non importa a quale religione appartenga. L’importante è che desideri uscire dalla propria situazione di precarietà attraverso un percorso di formazione ed educativo. Ogni anno la richiesta è molto alta. Si parla di 400-450 richieste di ammissione, ma vengono scelte solo 70 ragazze. Le suore vorrebbero perciò, per far fronte alla grande domanda, ingrandire la struttura con classi e spazi per il vitto e l’alloggio. Suor Angelina ci invia una lettera di ringraziamento per quanto il Ticino ha fatto per loro. Ecco qui la sua testimonianza:

Gentili Amici,

Pace e gioia in Gesù Risorto.

Chi scrive è Sr Angelina Bianchi, una missionaria Comboniana che sulle spalle ha già 40 anni di lavoro missionario in Africa:5 anni in Khartoum- SUDAN and 35 in Uganda.Qui in St. Mary’s College presto il mio servizio come economa della scuola.

Mi è caro comunicarvi che è stata accreditata alla scuola la somma di Euro 10,000.00 per la realizzazione del progetto” Aggiungi un posto in scuola”.
Tale progetto e’ volto a dare una risposta positiva a tanti genitori che ci chiedono di aumentare la capienza della scuola. Non mi dilungo in altre spiegazioni perché è’ già tutto scritto nella presentazione del progetto ma desidero farvi giungere il mio grazie riconoscente per il vostro dono.
Il vostro aiuto unito a quello di altre persone, è un incoraggiamento ad andare avanti, è una conferma che anche i sogni possono diventare realtà. Passo dopo passo il progetto prende forma donando speranza alla nostra gente. Una volta che le costruzioni saranno completate i genitori provvederanno a banchi e servizi igienici. Di più non possono fare ma sono persone che si impegnano. Intanto abbiamo iniziato col chiedere alla gente di fare i mattoni, poi vedremo.

Di nuovo il mio grazie anche a nome di tante ragazze – tutte delle zone rurali – che nella scuola costruiscono e costruiranno il loro futuro.

A voi tutti le benedizioni del Signore.

Sr Angelina Bianchi

Condividi su:   Facebook Twitter Google