Riforestazione: un beneficio per le persone e l’ambiente

Pubblicato giorno 5 Ottobre 2022 - In home page, in primo piano, Iniziative amiche

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Il Nicaragua è uno dei paesi al mondo più minacciati dai cambiamenti climatici ed è ormai evidente che l’agricoltura contadina tradizionale fa sempre più fatica a garantire la sicurezza alimentare della popolazione rurale in modo sostenibile. È quindi necessario sviluppare alter-native nei metodi di coltivazione e nella generazione di reddito. L’economista ambientale Mar-co Ventriglia, al suo secondo interscambio come cooperante di Interteam*, sostiene l’organizzazione nicaraguense APRODEIN che attraverso la riforestazione permette ai piccoli agricoltori di diversificare la propria attività economica e assicurarsi delle entrate alternative in maniera sostenibile: un valore aggiunto per la popolazione locale e l’ambiente!

Un’agricoltura vulnerabile e poco sostenibile
Gli effetti del cambiamento climatico sono sempre più visibili in Nicaragua, e l’agricoltura tradizionale non è più in grado di garantire la sicurezza alimentare della popolazione rurale. In uno dei paesi più poveri dell’America latina, le persone, alla ricerca di migliori opportunità economiche, contribuiscono purtroppo in prima persona a una delle cause del cambiamento climatico: la deforestazione. Tagliare alberi per vendere la legna e ricavare piccole parcelle coltivabili è una misura a corto termine, ma non sostenibile sul lungo perio-do. Il problema della povertà e quello della deforestazione concernono i piccoli agricoltori: è quindi necessario trovare soluzioni che risolvano contemporaneamente entrambi gli aspetti. Ma come?

Riforestazione e generazione di reddito
L’Asociación de Profesionales para el Desarrollo Integral del Nicaragua, Somoto (APRODEIN), è un’organizzazione partner di Comundo che propone un approccio innovativo chiamato “Pago por Servicios Am-bientales”: i piccoli agricoltori che detengono un pezzo di terra hanno la possibilità di rivalorizzarla in vari modi, ottenendo da
APRODEIN appoggio logistico, tecnico, economico o in natura. Possono ad esempio scegliere di piantare alberi a crescita rapida, la cui legna sarà sostenibile e potrà essere venduta generando reddito alternativo, oppure dedicare il terreno a una coltivazione più efficace ed ecologica di caffè. APRODEIN definisce dei criteri precisi per la
partecipazione a questi progetti: una condizione importante è che i piccoli produttori continuino ad assicurare, accanto alla loro nuova attività, gli alimenti di base per la propria famiglia.

L’organizzazione partner APRODEIN e il contributo di Marco Ventriglia
APRODEIN è un’organizzazione senza fini di lucro fondata nel 2010, che intende contribuire a uno sviluppo umano e territoriale integrale e sostenibile. Riconosciuta a livello internazionale, attualmente necessita di migliorare le sue capacità di diffondere sul mercato i prodotti che produce a partire dalla legna e dal caffè acquistati dai piccoli agricoltori coinvolti nei suoi progetti. Uno di questi prodotti è il biochar, un fertilizzante naturale con proprietà eccellenti per il suolo, ottimo per la coltivazione di caffè. Il cooperante di Interteam* Marco Ventriglia è specialista in economia ambientale e sosterrà APRODEIN nel migliorare la sua strategia di marketing e comunicazione, affinché si rafforzi la presenza e aumenti l’attrattività di questi prodotti sul mercato.
Si occuperà inoltre di portare avanti un lavoro di sensibilizzazione sul tema della riforestazione, sui benefici del bosco di fronte ai cambiamenti climatici e in generale sui servizi ecosistemici che il bosco offre (materia prima, regolazione ambientale, importanza culturale,…). La sensibilizzazione della popolazione locale è indispensabile affinché cresca l’interesse e la voglia di partecipare, e in generale per il successo del lavoro.

*In Nicaragua, Comundo lavora in collaborazione con Interteam per contribuire al miglioramento della sicurezza alimentare di famiglie vulnerabili.

Condividi su:   Facebook Twitter Google